Finiti i lunghi anni della laurea in Agraria (il vecchio ordinamento prevedeva 54 esami), ho lavorato per come agronoma nell’ufficio tecnico di una grossa azienda di Bologna.

Mi ero laureata sul Biologico, avevo fatto la tesi in India, ed ero molto attratta da una visione più “tonda” della Natura, che prendesse in considerazione materia grossolana e materia più “sottile”. E’ così che mi sono innamorata dalla Biodinamica, e della sua “lettura complessa” delle mille interazioni di tutti i piani del vivente.

Come ex Agronoma ho iniziato a lavorare con un approccio più scientifico: il primo libro illustrato è stato appunto sull’agricoltura biodinamica, scritto dal mio insegnante di allora, il bravissimo Paolo Pistis, con un disegno più botanico.

Continuo con piacere a lavorare spesso in progetti che uniscono il mio mondo da agronoma con quello da illustratrice… e ne sono immensamente felice.

Ho realizzato la mappa, etichette del vino, e illustrazioni varie per l’azienda agricola biodinamica Aldilàdelfiume.

Collaboro con Perleuve per la loro comunicazione e la realizzazione di un calendario per la loro accademia di ampelonauti. Il leprotto che vedete sotto è la loro mascotte ampelonauta!

 

 

una delle tavole per gli articoli di biodinamica di Paolo Pistis  per il magazine di Naturasi

 

Il leprotto  ampelonauta (per la biodiversità del vigneto)

 

il leprotto che pensa a come gestire i germogli di vite a maggio…

 

…ciò che per me è la biodinamica (la mano delle Terra, che tiene il seme, sotto la grande mano benevola del Cielo (immagine che è diventata simbolo di Aldilàdelfiume)

 

la grande cornucoipa per Nella Tessuti, frutto del mio amore per la natura, l’agricoltura e il disegno botanico

L’etichetta realizzata per il Fricandò, di Aldilàdelfiume, Albana in purezza macerato in anfora